rock paper scissors (Pier Angelo Cantù)

meglio bruciare che svanire lentamente. Nel frattempo, salvarci con la musica rock non è affatto male.
Pier Angelo Cantù
Colonnello: Marine, cos'è quel distintivo sul giubbotto? Soldato Joker: Un simbolo di pace, signore! Colonnello: Dove l'hai preso? Soldato Joker: Non me lo...
Pier Angelo Cantù
Pensieri disordinati su “Meglio star zitti? Scritti militanti su letteratura cinema e teatro” Pier Angelo Cantù Ridimensionare: v. tr. [der. di dimensione,...
Pier Angelo Cantù
Pensieri disordinati sulla letteratura di oggi rileggendo Rosso Floyd di Michele Mari   a cura di Pier Angelo Cantù Nelle antologie della letteratura italiana degli...
Pier Angelo Cantù
  a cura di Pier Angelo Cantù Collocata nell’universo che regola le relazioni umane, la diffusione della poesia è un processo che si può...
Pier Angelo Cantù
Perché scriviamo? Perché ci piace raccontare. E perché facciamo interviste? Perché amiamo indagare, scandagliare, confrontarci. E raccontare....
Paola Silvia Dolci
  Pensieri disordinati sulla poesia dello sguardo di Giulia Fuso a cura di Pier Angelo Cantù Scriveva Walter Benjamin in chiusura al saggio “Il narratore,...
Pier Angelo Cantù
Parlare di massimi sistemi con semplicità disarmante. Intervista ad Amerigo Verardi circa il suo nuovo e bellissimo doppio album “Hippie Dixit” In questo...
Pier Angelo Cantù
Indossare un paio di occhiali 3D per scandagliare l’universo sospeso di questo film appare, sulle prime, un po’ straniante, soprattutto dopo l’ascolto delle...
Pier Angelo Cantù
David Bowie Is Era un pomeriggio di giugno di tre anni fa, per la precisione esattamente come oggi, quando rimettevo piede in Cromwell Road per dirigermi verso il Brompton...
Pier Angelo Cantù
Intervista a Antonio Pileggi circa la rassegna Inner Spaces    La sala è gremita di giovani dalla bellissima espressione vissuta. L'uggiosa serata di un...
Pier Angelo Cantù
Che cosa rende il bambino diverso dall’adulto, se non l’inconsapevolezza di essere bambino e quindi lo sguardo sulle cose? “…Quando il bambino era bambino...
Pier Angelo Cantù
Nasce da un gioco. Estemporaneo, banalissimo, se vogliamo. Ma prima ancora, tutto ha origine dalla percezione di una sensazione di fastidio. Un disagio rimasto latente per un po...