Approfondimenti

Paola Silvia Dolci
Grazie alla parola, noi umani possediamo un potere immenso, ma attraverso di essa scopriamo anche i nostri limiti: la parola non basta a rivelare del tutto la nostra condizione...
Paola Silvia Dolci
[...] Nervosa, guissa e scaltra, quel giorno la corrente della riva l’andeva ben no! Trascinate da quel veventer s’giunfi, le variegate stirpi fluviali, i pess d...
Paola Silvia Dolci
Dei presenti, avrei corteggiato Breton come fidanzato, Aragon come migliore amico, Queneau come amante perverso, ma sarebbe stato un errore, meglio amico di scritture. Mi...
Paola Silvia Dolci
Nell’opera, più che la forma, mi ha sempre interessato il processo di formazione, processo che continua anche dopo che l’opera è “compiuta...
Paola Silvia Dolci
  Tucc masaraa, bagnaa scurent de la caldana, le anatre se ne stavan ben ferme nello stagno del ramo grosso, né ‘l sciatt che tanto sa la canteva nel maggio de...
Paola Silvia Dolci
  Dickinson • La localizzazione prima di tutto, baricentrica ma non leccata da troppi occhi indiscreti, di qualche casetta importuna si fa presto a disfarsene, e...
Paola Silvia Dolci
Il pozzéano Intanto nella piccola tenuta di Carbendan, Pascal e Viola piagnucolavano calde lacrime. Lei con la testa reclina sulle mani, lui solo interiormente, come solo...
Paola Silvia Dolci
Istruzioni per vivere Erika L. Sánchez Era il modo in cui l’estate mi aveva dato la caccia: una sequenza di istruzioni nelle pieghe di un fiore. Come spiegare il...
Paola Silvia Dolci
a cura di Francesco Aprile  Disappunti: giocare col desiderio dell’arto. Scopro che si può fare della tridimensione lo spazio di un disappunto. Ne faccio...
Paola Silvia Dolci
a cura di Giorgio Galli  Gli spettatori che la sera del 29 maggio 1913 assistettero alla prima del balletto avevano a disposizione solo un programma di sala molto schematico...
Paola Silvia Dolci
La caduta nel pozzo   Un mattino, Ingrata partì da sola, seguendo la scia di polvere sollevata da una cavalletta. Nell’impeto dell’inseguimento...
Paola Silvia Dolci
Nella Stravinsky edition, Stravinsky dirige La sagra della primavera con un distacco quasi impersonale. É bella la direzione di Stravinsky proprio perché oggettiva...